Perché tua moglie non deve farti il Facebook

IL BLOG DI ARGILLA

Perché tua moglie non deve farti il Facebook

Ok, chiariamolo subito: il titolo di questo post è provocatorio. Non ce l’abbiamo con le “mogli dei capi” a cui viene affidato, oltre alla contabilità e all’amministrazione, anche il “fardello dei social media”. Il messaggio che vogliamo lanciare è che per essere efficace la comunicazione social di un’azienda deve essere svolta da una persona con una specifica formazione professionale, che ha acquisito le competenze indispensabili per svolgere questo ruolo cruciale nella strategia marketing e comunicazione di un’azienda.

Ancora oggi la gestione dei social media dell’azienda viene considerata da molti imprenditori più un costo che una risorsa, un costo da contenere al minimo indispensabile… o meglio eliminare completamente, affidando questo importantissimo aspetto della comunicazione aziendale a personale interno senza competenze specifiche.

Nelle piccole aziende il prescelto numero uno è la moglie del capo, perché “si sa, alle donne piace chiacchierare”, ma molto gettonato è anche il cugino smanettone informatico che “sta sempre al computer quindi di queste cose ne sa”.

Se vostra moglie o il vostro cugino smanettone hanno una vera passione per la comunicazione, hanno passato ore a formarsi sulle strategie di digital marketing più efficaci per i social e continuano ad aggiornarsi costantemente, allora potete con fiducia affidargli la comunicazione social della vostra azienda. In tutti gli altri casi rivolgetevi ad un professionista.

Una pagina aziendale non è una pagina personale

Il motivo fondamentale per cui non tutti sono in grado di gestire una pagina Facebook aziendale – lo stesso vale per tutti gli altri social network – è che la pagina aziendale non è una pagina personale. Semplice concetto troppo spesso ignorato.

In una pagina personale potete permettervi di fare un po’ quel che vi pare (sempre, naturalmente, nel rispetto delle leggi e delle regole specifiche di quel social media). Potete postare senza regolarità, lasciarvi andare a commenti ed opinioni molto personali, pubblicare vostre foto in situazioni divertenti, anche al limite dell’imbarazzante…

La pagina aziendale deve invece avere la stessa serietà e professionalità del biglietto da visita della vostra azienda. Nasce ovviamente con un diverso compito, e può quindi permettersi più creatività e freschezza rispetto ad un biglietto da visita, ma deve dare della vostra azienda un’immagine di affidabilità.

Voi assumereste un candidato che si presenta al colloquio di lavoro in abbigliamento da spiaggia? Sicuramente no perché trovereste il suo comportamento inadeguato, a meno che il colloquio non fosse per un’attività di bagnino in spiaggia! Allo stesso modo sarebbe inadeguato gestire la pagina Facebook di un’azienda come si gestisce la propria pagina Facebook personale.

Tutto questo vi pare ovvio? Anche a noi, eppure continuiamo a vedere pagine Facebook aziendali che assomigliano in maniera imbarazzante ad una pagina personale, con foto di figli, foto di gattini, frasi d’esultanza per la vittoria della squadra di calcio preferita, frasi d’auguri eccessivamente zuccherose e altri contenuti che è molto meglio rimangano nella sfera del privato.

Quale canale scegliere

In questo articolo parliamo solo del Facebook, ma esistono molti altri social media. Quasi tutte le aziende che non investono nella comunicazione online scelgono di aprire una pagina Facebook anziché un altro canale social perché ritengono che questo sia il social media più facile e il più usato.

Potrebbe essere vero, ma siete sicuri che sia il più adatto ai vostri obiettivi business? Un Social Media Specialist saprà valutare quanti e quali canali social aprire sulla base della specificità della vostra azienda.

L’importanza di una pianificazione editoriale

L’errore più comune commesso da chi gestisce una pagina Facebook aziendale in maniera non professionale è quello di postare senza regolarità. Ve ne sarete sicuramente accorti anche voi: quante volte vi è capitato di entrare in una pagina Facebook e notare che l’ultimo aggiornamento risale a mesi prima, o addirittura all’anno precedente?

È facile cadere nella tentazione del “posto quando ho tempo” se la gestione dei canali social è solo uno tra mille altri compiti a cui bisogna dedicarsi. Vi rendete facilmente conto da soli, però, che una strategia di questo tipo non può creare engagement: i vostri clienti, attuali o potenziali, delusi da una pagina in cui l’ultimo contenuto risale al 2017 la lasceranno velocemente. Senza commentare, senza condividere contenuti, e magari perdendo l’interesse nei vostri prodotti o servizi. Proprio come avete fatto voi quando avete aperto una pagina non aggiornata.

Un Social Media Specialist è in grado di mantenere vivo l’interesse dei vostri clienti grazie ad un calendario editoriale studiato e pianificato.

Proporre con regolarità contenuti originali è il prerequisito per il successo di una pagina Facebook aziendale, ma c’è un altro fattore molto importante da considerare: quanto postare? In che giorni, in che ora? Non è una domanda a cui si può dare una risposta univoca. Un esperto di comunicazione, valutando tantissimi elementi tra cui gli obiettivi della vostra pagina, la tipologia di utenti a cui si rivolge e il loro modo di interagire online, saprà identificare la frequenza e il giorno/ora momenti migliori in cui postare. Saprà inoltre sfruttare eventi, ricorrenze, lanci di prodotti per creare contenuti ad hoc.

Una pianificazione editoriale non è un compito semplice ma è assolutamente indispensabile per mettere a punto una strategia di comunicazione efficace. Siete sicuri che vostra moglie abbia il tempo e le competenze per elaborare un calendario editoriale?

Qualità nei contenuti: un must

Un altro errore comune – e molto evidente! – è quello di postare tanto per postare.

Da quando vostra moglie, che diligentemente vi fa il Facebook, ha letto online che bisogna postare con regolarità, la pagina Facebook della vostra azienda viene aggiornata costantemente. A vostra moglie però capita di ritrovarsi a corto di idee, e siccome deve postare (ha capito che è importante, e quindi lo fa!) posta qualsiasi cosa pur di non interrompere la regolarità nella pubblicazione. E questo è un errore gravissimo, per due motivi.

Frasi banali, video dalla qualità imbarazzante, foto sfocate, hashtag in quantità smisurata e altri contenuti di bassa qualità faranno scappare dalla vostra pagina Facebook i visitatori tanto quanto la mancanza di aggiornamenti.

Inoltre, trovando contenuti di bassa qualità i visitatori della vostra pagina saranno portati a pensare che anche i vostri prodotti o servizi siano di bassa qualità. Ricordate l’esempio dell’abbigliamento da spiaggia ad un colloquio? Ora immaginate di entrare in un negozio con il pavimento sporco, gli scaffali disordinati e i commessi che indossano uniforme macchiate, poi di entrare nel negozio a fianco, che vende gli stessi identici prodotti, ma li presenta in modo accattivante, posti su vetrine così pulite che brillano, e dove venite accolti da commessi ben vestiti e sorridenti: dove fareste i vostri acquisti?

A questo punto siete confusi: avete capito l’importanza della qualità dei contenuti, ma vi chiedete cosa fare per non saltare la pubblicazione in mancanza di idee. La risposta è quella che vi abbiamo dato all’inizio di questo articolo: investite in un professionista. Affidate la vostra presenza sui social ad una persona qualificata che non rimarrà mai a corto di idee e sarà sempre in grado di elaborare per la vostra azienda contenuti originali e di qualità.

Perché se è vero che #la #quantità #conta, la qualità conta ancora di più. E la qualità, a lungo termine, paga.

Scopri i nostri servizi di comunicazione per la tua azienda!
www.argillaeventi.it/comunicazione-e-gestione-social

Archivi

Categorie

Tweets recenti

2018-09-25T19:40:48+00:00

Contatti rapidi

Via Monte Cologna, 14 - Loc. Scafali 06034 Foligno (Pg)

Mobile: 347 304610