Creare un evento Facebook è facile, ma sai come ottimizzarlo?

Quattrocentonovanta milioni di persone usano Facebook ogni mese per cercare eventi. Un numero impressionante, vero? Altrettanto impressionante è il numero di eventi creati dai gestori delle pagine Facebook: 38 milioni all’anno. Da questi numeri possiamo trarre due facili conclusioni: da un lato, Facebook rappresenta una grande opportunità per gli organizzatori di eventi per attirare l’attenzione e l’interesse del loro pubblico; dall’altro, Facebook è un ambiente estremamente competitivo per l’event marketing, in cui è difficile emergere dall’enorme massa degli eventi creati ogni giorno.

Difficile ma non impossibile, se sai come fare. Il primo passo è creare l’evento in modo che sia ottimizzato sia per l’algoritmo di Facebook che per i nostri utenti. È su questo che ci concentriamo in questo articolo, lasciando a un articolo successivo gli aspetti che riguardano la gestione e la promozione degli eventi sui social.

COME CREARE E OTTIMIZZARE IL TUO EVENTO SU FACEBOOK

Potrebbe sembrare ovvio, ma il successo di un evento Facebook dipende innanzitutto da come viene impostato e ottimizzato. Vediamo come fare, passo passo.

1. La copertina

Il primo elemento su cui lavorare è la copertina. La dimensione indicata da Facebook per la copertina di un evento è di 828×315 pixel. Attenzione, però: le copertine non vengono visualizzate allo stesso modo da desktop e da mobile. Su mobile, infatti, le copertine vengono tagliate rispetto alla visualizzazione da desktop, col risultato, spesso, ti tagliere via loghi, parte del lettering o porzioni di immagine che ne fanno perdere il senso. Come fare? La soluzione è creare copertine delle dimensioni di 828×465 pixel, concentrando la creatività nella fascia centrale.

Creare un evento Facebook

2. Il nome dell’evento

Il nome dell’evento è un altro elemento estremamente importante. Facebook consente fino a 64 caratteri nel campo “nome dell’evento”, ma nomi molto lunghi tendono ad avere performance peggiori, probabilmente perché nella visualizzazione mobile si leggono con più difficoltà. Meglio scegliere un nome accattivante ma corto e chiaro. Inutile sprecare caratteri per informazioni come la location e la data dell’evento: queste saranno comunque mostrate nell’anteprima di Facebook.

3. Location dell’evento

L’algoritmo di Facebook suggerisce agli utenti gli eventi basandosi su una serie di fattori, l’area geografica in primis. Inizia a digitare nel campo “Luogo” il nome della tua location, se è già presente su Facebook, la visualizzerai con il completamento automatico. Se non è già presente, aggiungila facendo attenzione a indicare l’indirizzo in modo preciso. Se la location non è gestita da te, Facebook ti suggerirà di aggiungerla come co-organizzatore dell’evento. In questo modo, il tuo evento comparirà anche sulla pagina della location.

4. Descrizione

La descrizione è il campo in cui puoi dare più spazio alla creatività e comunicare il mood del tuo evento. Scrivi una descrizione che contenga informazioni utili ma che sia anche accattivante e coinvolgente, che motivi il tuo pubblico a partecipare. In fondo alla descrizione, indica eventuali riferimenti aggiuntivi come indirizzi mail o numeri di telefono o whatsapp da chiamare per ulteriori informazioni o prenotazioni.

5. Categoria

La categoria è un altro elemento rilevante per l’algoritmo di Facebook, per decidere a chi mostrare il tuo evento. La lista purtroppo non è esaustiva e Facebook non permette di personalizzare la voce “altro”, quindi scegli la categoria più affine possibile al tuo evento.

6. Frequenza

La frequenza è una feature che è stata recentemente arricchita di molte opzioni. Puoi scegliere la frequenza di una sola volta oppure ripetuta ogni giorno o ogni settimana, con una data e un orario di inizio o di fine. Puoi anche personalizzare la tua frequenza se questa non è regolare e il tuo evento si svolge in diverse date e orari. Infine, puoi personalizzare l’orario per orni singola data. Questa funzione è particolarmente utile, perché gli interessati e i partecipanti agli eventi riceveranno una notifica in ogni data e orario in cui il tuo evento si ripeterà.

7. Co-organizzatori

Puoi aggiungere dei co-organizzatori al tuo evento, come la location, gli artisti, il catering, il deejay, ecc… Aggiungendo i co-organizzatori, l’evento comparirà sulle loro pagine e sui loro calendari, moltiplicando così la sua visibilità.

8. Parole chiave

Le parole chiave aiutano l’algoritmo di Facebook e i tuoi utenti a capire meglio cosa aspettarsi dal tuo evento. Anche qui, come per le categorie, esiste una lista da cui puoi selezionare i tuoi tag. Inizia a digitare e scegli 3-5 parole chiave da aggiungere al tuo evento. Sotto il campo “Parole chiave” trovi inoltre la casella da spuntare “Adatto ai bambini”: spuntala se si tratta di un evento per famiglie.

9. Messenger

Puoi decidere di dare ai tuoi utenti la possibilità di farti domande sull’evento attraverso Messenger. Sposta il cursore su Sì se vuoi aprire questo ulteriore canale di contatto.

10. Biglietti

Se per il tuo evento è necessario acquistare un biglietto online, puoi aggiungere il link in questo campo. Se invece l’ingresso è libero o se il biglietto è gratuito ma previa prenotazione, la cosa migliore da fare è specificarlo nella descrizione, perché Facebook non ha previsto un campo apposito.

Tutto pronto: non ti resta che pubblicare il tuo evento e promuoverlo in modo efficace. Come si fa? Ne parleremo in un prossimo articolo!

Ultimo Tweet

CHIEDICI PIU’ INFO SUL NOSTRO SERVIZIO DI GESTIONE SOCIAL

NOME *
COGNOME *
EMAIL *
TELEFONO *
OGGETTO DELLA RICHIESTA
NOME AZIENDA

COME TI POSSIAMO AIUTARE?

Acconsento al trattamento dei dati personali, secondo la normativa vigente. Prima di confermare, leggi attentamente l'informativa.

2019-04-17T11:45:10+02:00